Progetto Municipio IV Media Val Bisagno-AIFI Liguria

Progetto Municipio IV Media Val Bisagno-AIFI Liguria

Progetto Municipio IV Media Val Bisagno – AIFI Liguria

 

Questo progetto nasce dalla collaborazione tra l’Assessorato alle politiche sociali del Comune di Genova – Municipio IV Media Val Bisagno e l’AIFI Liguria.

Il Progetto ha ottenuto il Patrocinio della Regione Liguria, del Comune di Genova – Municipio

IV Media Val Bisagno e della FIMMG Liguria (Federazione Italiana Medici di Famiglia – Regione Liguria).

patrocini_progetto_val_bisagno_aifi

Scopo del progetto sarà quello di prestare gratuitamente assistenza fisioterapica domiciliare, per dieci anziani disabili residenti nel territorio del Municipio IV Media Val Bisagno, per un numero massimo di dieci trattamenti a persona (in totale 100 trattamenti), al fine di prevenire l’isolamento e mantenere l’autonomie residue ,migliorando la qualità della loro vita e la loro socializzazione.

A tale scopo verranno selezionati 10 fisioterapisti associati  AIFI Liguria, mediante opportuno bando di concorso, che dovranno prestare gratuitamente opera di volontariato professionale per un massimo di 10 trattamenti a fisioterapista.

Al fine di stimolare un corretto e proficuo scambio di informazioni cliniche sul paziente, ad ogni singolo fisioterapista verrà assegnato un Medico di Medicina Generale, quindi al termine della selezione si avranno 10 pazienti, assegnati a 10 fisioterapisti che si relazioneranno a 10 MMG.

Modalità e tempi di trattamento

 

Ogni fisioterapista, in forza del proprio profilo professionale (DL n.741, 1994) in riferimento alle indicazioni diagnostiche ed alle prescrizioni mediche, nell’ambito delle proprie competenze, elaborerà autonomamente il programma fisioterapico volto all’individuazione ed al superamento del bisogno di salute del malato i trattamenti potranno essere svolti dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 14.00 alle ore 19.00 di tutti i giorni (ad esclusione della domenica).

Il trattamento avrà durata non superiore ai 60 minuti (comprensivi della parte burocratica di compilazione ed aggiornamento del diario riabilitativo).

Ogni fisioterapista concorderà con il paziente giorno e ora di trattamento.

La frequenza di trattamento sarà decisa dal fisioterapista, non superando le tre volte a settimana e prevedendo almeno un giorno di distanza tra un trattamento e l’altro.


Criteri di inclusione dei pazienti

 

I criteri di inclusione dei pazienti dovranno tenere conto, soprattutto delle fragilità e isolamento sociale, oltre che della reale difficoltà motorie. Dovranno essere pazienti anziani affetti da patologie che impedisco il normale svolgimento della attività della vita quotidiana come ad esempio: difficoltà e timore a muoversi all’interno della propria abitazione o ad uscire da casa perché reduci da lunghe degenze ospedaliere o da altri stati morbosi.

Verrà valutata inoltre,  la situazione economica della persona, individuando esclusivamente coloro che hanno una situazione di disagio  familiare e\o personale.

Scopo del progetto sarà quello di aiutare quei pazienti che, per colpa della disabilità motoria, negli anni hanno subito una sorta di isolamento sociale,riducendo la socializzazione al di fuori del proprio domicilio .

A tale scopo non potranno essere inseriti utenti già in carico ai servizi pubblici sanitari, quali i Servizi Riabilitativi domiciliari ( Servizi ADI- ASL 3) e i Presidi  Riabilitativi Ospedalieri post-acuti; tantomeno gli utenti in carico ad Associazioni o Enti che erogano prestazioni fisioterapiche in convenzione con la Regione\ASL.

L’età minima dei pazienti non dovrà essere inferiore ad anni 65.

 

Tempistiche di realizzazione

 

Il progetto partirà nel Settembre 2013, avrà durata di 4 mesi e sarà diviso in due parti:

1° parte: da Settembre a fine Ottobre 2013, interessando i primi 5 pazienti del progetto e relativi fisioterapisti e MMG

2° parte: da Novembre a fine Dicembre 2013, interessando i 5 pazienti rimanenti e relativi fisioterapisti e MMG.

Il progetto terminerà entro il 31/12/2013.